Core_Oak

if i could i'd give you my world.


Any question ?  

18.41

 
La soluzione ai miei problemi sembra sempre la causa dei tuoi,
ci sono un paio di cose che proprio non tornano,
nonostante questo,
non cambieremo mai.

22.33

I’m missing these days suffering like hell.

What a shame.

03.05

La vita è dolore, vivi preparato.

Alcoa - Cab Rides and Cigarettes 

Covered by Core-Oak

03.22

Troppo tardi, troppi giorni.

Abitudini oltreuomo, con l’ideale del dover dare 1000 volte di più di quello che sei, rimanendo con i piedi per terra, ed assaggiare minuti di notti sempre più fredde, in una solitudine agghiacciante, forse mai quando il ricordo dei ricordi che non passano e non passeranno più, di ogni sera fredda a toccare il muro con le mani, dicendo giorno dopo giorno ‘stanotte non voglio sognare, lasciami dentro a porte chiuse, non è poi così difficile morire.’

13.19

Il mostro dentro che non mi voglio raccontare, di tutti i giorni rimani quello migliore, tra tutti gli amici rimani il più sincero, quello senza rabbia ne paura, continuando a farmi male.

00.11

Le luci della città,
explosion in the sky,
ferite sulle mani,
e un’altra giornata vuota che scorre,
senza tempo, senza orari.

18.30

Non dimentico quel cielo.

00.12

21 anni di nuovo da solo,
avvolgermi le braccia attorno al collo ancora non basterà.

Ancora  non mi sembra vero,
grazie di tutto.

Ancora  non mi sembra vero,

grazie di tutto.

12.04

You gave me hell, but I’ll be ok.

12.59

Ti guardi indietro senza prospettive avanti,

rammaricato, dolorante, pieno di cicatrici e tagli.

Ho sbagliato, più e più volte, e probabilmente continuerò a farlo, sarà una vita di errori, di sbagliando si impara, ma quando si impara se non imparo mai?

Ho sbagliato a trattare male le persone giuste, a non aver mai potuto dare il 100%, a non aver mai detto si, a non aver mai tirato fuori la parte migliori di me, anche solo per il gusto di sentirmi libero per 5 secondi, per quanto invece ora darei l’anima per assaporare un minuto d’aria aperta con l’animo leggero che non ho.

Ho buttato all’aria come cenere gli anni migliori della mia vita, con la mentalità sbagliata, con un’attitudine inabitudinaria, con il carattere di un bambino represso nel corpo di un uomo.

La depressione sincera del venerdì mattina, che ti taglia le ossa con il vetro.

01.31

Non c’è tempo di pensare, non c’è tempo per agire, rimaniamo solo noi, come sempre solo noi, con le braccia al vento e le ferite della vita contro sole.. Eppure non ho smesso di tremare, se urlo ancor mi sento con la testa sotto il mare.